sabato 25 febbraio 2012

Fermiamo il tempo

Buongiorno a tutti,
oggi la mia carissima mamma mi ha fatto un bellissimo regalo, questa bellissima collana a forma di fotocamera dotata di orologio funzionante.
Ne sono rimasta subito affascinata!



Credo che l'ideatore di questa bellissima collana abbia proprio appreso il significato fondamentale della FOTOGRAFIA.
La fotocamera è l'unico mezzo che permette di fermare il tempo.
Quindi ho creato questo mini-set formando un cuore con la collana perché la fotografia è la mia vita e mi permette di esprimermi fermando il tempo.


Ma chi furono i primi a fermare il tempo?
Per spiegarvi al meglio la storia devo introdurvi il concetto di camera oscura.
La camera oscura è una grossa scatola di legno, il cui lato anteriore era chiuso da una lente, l'artista la puntava dove desiderava e ricalcava l'immagine ripresa su un foglio di carta semitrasparente.
Vi domanderete come riesce a ricalcare in un luogo oscurato!?
Gli oggetti venivano illuminati dal sole proveniente dal foro dove era posizionata la lente, e si proiettavano sulla parete opposta permettendo così all'artista di ricalcare l'immagine.
Il primo gradino per fissare l'immagine che veniva riprodotta nella scatola oscura, senza ricalcarla a mano, fu del tedesco J.H.Schulze dimostrando la sensibilità alla luce del nitrato d'argento.
Il secondo gradino fu del francese J.N.Niépce che nel 1822 ritrae un angolo della sua stanza di lavoro.
Ma fu Louis-Jacques-Mandé Daguerre a perfezionare i procedimenti infatti espose la lastra impressionata a vapori di mercurio che rendevano visibile l'immagine .
Questo progetto veniva chiamato dagherrotipo.
William Talbot invece riuscì a stampare un numero illimitato di copie partendo da un solo negativo.
Invece George Eastman fabbricò le prime pellicole in rulli a 24 pose e successivamente introdusse nel mercato anche un caricatore che ne conteneva 100, con un fuoco fisso e 1/25 di velocità di otturazione.
Costava 25 dollari e venne chiamato Kodak.
Nel 1904 Auguste e Louis-Jean Lumière trovarono il procedimento per la fotografia a colori.
Nel 1923 venne immessa nel mercato la prima Leica.
Nel 1947 venne introdotta da Edwin Herbert Land la fotografia istantanea, ossia la possibilità di sviluppare direttamente la pellicola, con la Polaroid.
Nel 1990 le macchine potevano registrare su un disco magnetico.
Questa è un riassunto breve della storia della fotografia, molto interessante per chi non la conoscesse già.



E con questa mini-lezione con vi saluto.

4 commenti:

  1. un particolare e splendido gioiello per un post simpatico e pieno di notizie interessanti.
    bravissima Veronica!
    un bacione e buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Marina!!
      Un buon week-end anche a te!
      Un bacio

      Elimina
  2. Bellissima e romanticissima idea sul significato della fotografia.. Un regalo veramente azzeccato direi!
    Un bacio
    Francesca

    http://thetraveldiaryblog.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si infatti direi azzeccatissimo!! :)
      Un bacio Francesca e buon week-end! :)
      Veronica

      Elimina