venerdì 17 febbraio 2012

Monferrato

Buonasera a tutti ragazzi,
come sapete ho trascorso due giorni immersa tra lo shoopping e il centro benessere.
A Serravalle, come una vera donna non potevo non comprare! 
E come sempre sono caduta su due borse, un mio debole!
Dopo aver fatto shopping e un giro nella bella città di Alessandria ci siamo diretti alla Cascina dove abbiamo prenotato la notte con la prima colazione.
La cascina si trova tra le bellissime colline del Monferrato in cima al Colle della Madonna dei Monti.
Cascina Rosa” è una bellissima cascina immersa nel verde, tra colline e vigneti.
Appena siamo arrivati ci ha accolto la carinissima proprietaria che ci ha portato direttamente nella nostra stanza.
Sono rimasta incantata dalla sua bellezza e semplicità nello stesso istante.
Il fuoco della stufa a legna creava un’atmosfera veramente romantica e rustica, grazie anche alle travi tutte in legno.


Per non parlare della bellissima vista dalle finestre della stanza.
E’ stato bellissimo alzarsi la mattina, aprire le finestre in legno e trovare questo panorama fantastico.


In tutta la cascina, c’erano tantissimi particolari che hanno attirato la mia attenzione, soprattutto questo tavolino in camera (quando l’ho visto mi è venuta proprio voglia di sedermi e leggere un libro).


Per cena, siamo andati alla buonissima “Enoteca La Bella Rosin”, dove abbiamo degustato i prodotti del posto come gli agnolotti monferrini al sugo d’arrosto e gli gnocchi di patate al castelmagno d’alpeggio accompagnato dal buonissimo vino Malvasia, tipico della zona.
Il giorno dopo non vedevo l’ora di alzarmi, mi aspettava la colazione (vado matta per la colazione, soprattutto quella dei ristoranti e hotel).
Credo di aver provato la colazione più buona di tutti i miei viaggi: ricca, semplice e dolce.


Dopo aver finito la colazione e aver salutato la carinissima proprietaria abbiamo ripreso l’auto e ci siamo diretti verso il Centro Benessere “Bellavita” dove ci aspettava una bellissima giornata: palestra, piscina tropicale e percorsi benessere.
Durante il tragitto ho dovuto per forza fotografare questi paesaggi bellissimi.




Devo ringraziare il mio ragazzo Andrea perché ogni minuto si fermava per farmi fotografare e per questi due giorni.
"Grazie amore!" 
E con questo vi saluto.
Al prossimo post!

Nessun commento:

Posta un commento