venerdì 4 maggio 2012

Torino

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo del settimo stage del Tour Fotografico: Torino!
Come avete letto nel post precedente, io e Andrea siamo andati a Torino per vedere il nuovo stadio della Juventus.
Purtroppo quel giorno le condizioni atmosferiche non erano delle migliori, il cielo era nuvoloso ma faceva molto caldo, infatti la temperatura ha raggiunto i 25°.
La prima piazza che abbiamo visitato è Piazza Castello, il vero fulcro della città.
La Piazza è attorniata da portici su tre lati, tutti e tre costruiti in periodi diversi, ed al centro sorge il Palazzo Madama.
Il Palazzo Madama è attualmente la sede del Museo di Arte Antica; da notare, inoltre, la splendida facciata di epoca settecentesca.






Accanto al Palazzo Madama si trova il Palazzo Reale, la prima e più importante tra le residenze sabaude del Piemonte e simbolo del potere della dinastia.



In Piazza Castello oltre al Palazzo Madama e il Palazzo Reale, possiamo trovare il Teatro Regio, il Palazzo della Giunta Regionale, il Palazzo del Governo, l'armeria, la Biblioteca Comunale.
Nelle immediate vicinanze, invece, troviamo il Duomo di San Giovanni, la Cappella della Sacra Sindone e la Porta palatina con la statua di Cesare Augusto.
La foto sottostante rappresenta gli interni del Duomo, risalente al 1500 ed è l'unico edificio rinascente della città.
La struttura nel XVII secolo fu ristrutturata per aggiungere la Cappella della Sacra Sindone, ad opera di Guarino Guarini.
La cappella ha accolto a lungo la Sacra Sindone e molti sono i pellegrini che si recano nella Cappella per vederla con i propri occhi.


La Porta palatina rappresenta la principale testimonianza archeologica dell'epoca romana della città, cioè una delle poche porte urbiche del I secolo a.C. meglio conservate al mondo.
Le statue di Cesare Augusto e Giulio Cesare non sono originali ma risalenti al restauro del 1934.


Come tutti sappiamo Torino è famosa per le sue enormi piazze, una di queste è la Piazza San Carlo che nella storia ha preso i nomi di Piazza Reale, Piazza d'Armi, Place Napoléon.
Qui possiamo ammirare il Caval ed Brons, cioè il monumento dedicato ad Emanuele Filiberto che potete vedere proprio al centro della piazza.






Sempre in questa piazza possiamo trovare il Palazzo Carignano, che rappresenta uno dei più pregevoli esempi di architettura barocca ed è sede del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano.






Non possiamo tralasciare il vero simbolo della città di Torino, la Mole Antoneliana.
Nel 1863 quando fu iniziata la sua costruzione doveva essere un tempio israelitico ma quando fu ultimata nel 1889 fu al centro di numerosi dibattiti e polemiche.
Nel 1904 un uragano abbattè la statua, sostituita in seguito da una stella, e nel 1953 un temporale distrusse oltre 40 metri di cuspide.
E' alta 163,35 metri e al suo interno custodisce il meraviglioso Museo Nazionale del Cinema.



Nella prossima foto scattata dal mio ragazzo Andrea mi trovavo nella Piazza Vittorio Veneto.
Con 360 metri di lunghezza e 111 metri di larghezza è una tra le più grandi piazze d'Europa e la più grande tra quelle interamente porticate.
E' inoltre la più grande piazza d'Europa priva di monumenti.


La Piazza si trova a ridosso del fiume Po.
Al di là del ponte, si può notare la Gran Madre di Dio, molto simile a un Pantheon romano.
Questa chiesa riveste molta importanza per la città intera.




La città di Torino mi è piaciuta molto, sopratutto le sue grandissime piazze, in particolare Piazza Castello.
Se volete anche fermarvi per un pranzo o una cena gli agnolotti sono tipici della cucina torinese (pasta quadrata ripiena di carne).
Molto famoso anche il brasato, un sugo di carne la cui preparazione prevede che la carne, prima di essere cucinata, venga marinata nel Barolo.
Altro piatto tipo è la Bagna Cauda, una salsa composta principalmente d'aglio, in genere servita con verdure crude o cotte.
Ma i veri capolavori piemontesi sono i dolci, come i nocciolini (biscotti tipici di Chivasso), la cioccolata, il cioccolato gianduia (nato qui a Torino).
Credo comunque che sia il vino sia il vero potenziale del Piemonte, infatti possiamo elencare Gavi, Langhe, Dolcetto, Barbera, Barolo, Nebbiolo e Barbaresco.
Ci sarebbe ancora tantissimo da raccontare di questa bellissima città, ma io mi fermo qui.
Un bacione grande

6 commenti:

  1. Mi vien proprio voglia di visitare questa cittadina! Belle foto e complimenti, siete una bella coppia!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Cinzia!
      Grazie mille riferirò ad Andrea!
      Un bacione

      Elimina
  2. wow che belle foto sono scattate perfettamente! Bacio

    RispondiElimina
  3. Ciao Veronica! Finalmente riesco a commentare di nuovo dopo un po' di assenza... bellissime foto, Torino non l'ho mai visitata ma vedo che è veramente una splendida città!
    Un bacione
    Francesca

    http://thetraveldiaryblog.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, sisi a me è piaciuta molto, te la consiglio!
      Un bacione grande grande!

      Elimina