lunedì 12 novembre 2012

Bread


Buongiorno ragazzi, è da tanto che non faccio un post come si deve, causa lavoro ed altri impegni sono riuscita a dedicare poco tempo al mio amato blog e a voi carissimi lettori.
Per ricominciare al meglio dopo questa assenza ho voluto dedicare il post ad un alimento che adoro e dopo aver visto questo stupendo capolavoro ho deciso di parlarne assolutamente con voi.
Il pane ha un posto fondamentale nella tradizione mediterranea non solo come componente dell'alimentazione, ma anche come simbolo di vita e speranza.
Il profondo rispetto per il pane come alimento simbolo che garantisce la sopravvivenza è un tema ricorrente di molte saghe, fiabe, poesie e racconti.
Ma quand'è che il pane ha fatto la sua prima comparsa?
Già la Bibbia fa riferimento all'utilizzo del pane da parte degli ebrei, in un periodo datato intorno al 2000 a.C. 
Nell'epoca di passaggio dal Paleolitico al Neolitico, ci furono dei tentativi di avviare delle colture di cereali.
Probabilmente un impasto di farina ed acqua, dimenticato casualmente in un angolo buio ed umido, fermentò gonfiandosi ed acquisendo un sapore acido. Una volta cotto esso risultò molto più soffice e gustoso.
Esistono moltissimi musei nel mondo dedicati al pane e il più importante è forse il Brotmuseum di Ulm.
Ora vi posto la ricetta perfetta per fare il pane a casa propria.

Ingredienti
- 200 g di lievito madre
Lievito madre
10 g di lievito
50 g di acqua
150g di farina

- 30 g di lievito di birra
- 200 g di acqua
- farina


Procedimento
Preparare il lievito madre mescolando insieme tutti gli ingredienti; dopodiché bisogna unirlo agli ingredienti mettendo la farina quanto basta per ottenere un impasto non troppo morbido. 
Impastate fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente; 
dategli una forma che volete e lasciate riposare per almeno 6 ore, poi infornate.

Curiosità
E’ indispensabile conservare il pane in un luogo non umido, in un sacchetto di carta, avvolto in un panno o comunque in un contenitore chiuso non ermeticamente.
Meglio ancora congelarlo, ciò che lo renderà nuovamente consumabile in un periodo fino a tre mesi. Per congelare il pane, è consigliabile avvolgerlo in fogli di alluminio; se si tratta d
i un pane di grandi dimensioni, opportuno divederlo in pezzi prima di metterlo nel congelatore, ciò che favorirà il processo di surgelazione.
Lo scongelamento può avvenire in molti modi, a temperatura ambiente, nel forno, o nel forno a microonde.(fonte Giallo Zafferano)


Moltissimi anni fa non si doveva porre il pane rovesciato sulla tavola perché "portava male" (era pur sempre come rovesciare il corpo di Cristo) e quando ciò accadeva bisognava invocare Santa Brigida, sua protettrice. Perché proprio la santa svedese madre di otto figli? Forse perché la vita di colei che nel 1350 si batté per riportare il papa da Avignone fu molto austera, spesso in totale povertà. La nobile figlia di Svezia dovette mendicare spesso il pane quotidiano mescolata agli altri poveri sugli scalini delle chiese di Roma.


Adesso carissimi lettori vi saluto, e vi anticipo che il prossimo post parlerà dello shooting a tema che ho effettuato con la vincitrice del concorso "Vinci la fotografia".
Vi aspetto numerosi con dei vostri giudizi!
Un abbraccio a tutti

12 commenti:

  1. Pane fresco? che buon profumo e che fragranza

    RispondiElimina
  2. adoro le tue ricette! splendida la foto!!

    un abbraccio

    Laura

    RispondiElimina
  3. Chissà che profumino che c'era in casa tua....

    RispondiElimina
  4. Buonissimo il pane e come profuma quando sta cuocendo...
    Cinzia

    RispondiElimina
  5. Grazie mille a tutte!
    E' bellissimo, doto questo spot, ritrovarvi ancora qui, presenti nel mio blog.
    Grazie di cuore!
    Veronica

    RispondiElimina
  6. come sempre il tuo blog è bello ed interessante..
    fantastico questo post sul pane, un alimento che adoro!
    un bacione super Veronica!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore carissima Marina!!! :)
      Un bacione grande

      Elimina
  7. Io sono golosa di pane hehe mi devo calmare :)

    Complimenti per il post e per il blog :)

    http://giusys-life.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giusy sei gentilissima!
      Un abbraccio

      Elimina
  8. che meraviglia!!!
    Ho acquistato la scorsa settimana al panificio la pasta, ne ho fatto pizze, pizzette, panzarotti.. w i carboidrati

    passa a trovarmi!
    Style shouts

    RispondiElimina
  9. Ciao Veronica! Dopo tanto tempo di assenza volevo farti un saluto sul tuo bel blog e ho trovato questa meraviglia di foto... con un soggetto che adoro!! E poi è a forma di cuore quindi è ancora più "buono" :-D
    Un bacione
    Francesca

    http://thetraveldiaryblog.blogspot.it/

    RispondiElimina