venerdì 16 maggio 2014

San Marino - una piacevole scoperta

San Marino, una piacevole scoperta.
Tantissime persone mi avevo detto che San Marino fosse una una città carina e sicuramente da visitare, ma non pensavo così.
Non sapevo quasi niente di San Marino, ma la prima cosa che mi è piaciuta di questa piccola città è il fatto che nel centro storico non ci siano macchine.
Tantissimi visitatori vi affluiscono perché consigliati da amici e conoscenti che ci sono stsati e ne sono rimasti entusiasti, per le sue stradine e le sue Torri, molto caratteristiche e per il panorama che si coglie da questo naturale balcone sull'Italia.
L'economia di questo paesino è basata sul turismo, basti pensare che mediamente ogni anno questo piccolo borgo viene visitato da oltre due milioni di turisti.
La Repubblica di San Marino venne fondata agli inizi del IV secolo da uno scalpellino di nome Marino, sfuggito alle persecuzioni dell'imperatore Diocleziano.
E' considerata la più antica Repubblica del mondo e già nel Medioevo il paese si diede un ordinamento comunale che per molti aspetti è in uso ancora oggi, e ha sempre mantenuto nei secoli la sua indipendenza cosa che fa effetto soprattutto in quest'epoca di incertezze.



La città vi accoglierà con la scritta "San Marino l'antica terra della libertà", posta all'ingresso del paese, così come a voler augurare il benvenuto in una località fuori dal tempo odierno.
San Marino è famosa in tutto il mondo non solo per i francobolli ma anche per l'atmosfera medioevale.
Si può passare dalla cima del monte Titano nel centro della città vecchia con una funicolare che attraversa il borgo, scoprire il superlativo Belvedere.
Salire sulla Rocca, costruzione tipicamente medioevale, e rivedere le armi d'epoca nelle torre della Cestia. 


La città di San Marino conta ben 3 torri che dominano, l'una accanto all'altra, lo strapiombo del monte Titano: Guaita, Cesta e Montale.

Queste torri si trovano nella parte più alta del borgo, raggiungibile a piedi in pochi minuti dal centro storico. Il percorso, da far a piedi, è molto suggestivo e regala degli scorci davvero affascinanti. 
La prima torre, chiamata anche Rocca Guaita, è una fra le più antiche fortezze d'Italia (la data di costruzione si aggira intorno al X-XI secolo D.C.). E' protetta da una doppia cinta muraria dietro la quale i cittadini di San Marino trovavano riparo durante gli assedi.
La seconda torre, la Cesta sorge sulla vetta più alta del Monte titano a 755 m s.l.m. e già in epoca romana era utilizzata come torre d'avvistamento. Presenta ancora l'antico aspetto medioevale con tanto di caditoie e balestriere nonostante sia stata più volte oggetto di restauri. Rocca Cesta ospita il Museo delle Armi Antiche dove seguendo un circuito prestabilito, potrete vedere come le armi si sono evolute nel tempo.
La terza torre, il Montale è un fortilizio a pianta pentagonale collegato alla Seconda Torre da una possente muraglia, di cui sono ancora visibili alcune tracce.
A differenza delle altre due torri il Montale non si può visitare internamente ma potrete comunque godere dei bei panorami da qui visibili.




Tutto a San Marino parla dei tempi passati tanto che la repubblica è conosciuta anche per le sue folcloristiche giornate medioevali, soprattutto durante l'estate, che chiamano all'opera musicisti, teatranti, giocolieri e saltimbanchi che sfilano in mezzo al pubblico, anche se i veri protagonisti sono gli sbandieratori che a San Marino hanno una lunga tradizione poiché a loro era affidata la difesa della Patria, delle mura e delle case, contro la minaccia della perdita della libertà. Ogni sei mesi poi è possibile assistere alla celebre Cerimonia di Insediamento dei Capitani Reggenti, che prevede una serie di cortei e cerimonie che decretano il governo dei sei mesi successivi.


Esiste poi una leggenda urbana che sostiene che nel 1996, San Marino e la Svezia hanno firmato il trattato di pace che pose fine ufficialmente allo stato di belligeranza tra i due paesi, in atto dalla Guerra dei Trent'anni, e che per un disguido, alla Pace di Westfalia, non era stato siglato un accordo tra le due nazioni, che formalmente risultavano quindi ancora in guerra. Ma al di là delle leggende, la repubblica parlamentare di San Marino vive una realtà parallela alla nazione da cui è circondata, da cui si discosta in tutto e per tutto. A partire dalla geografia politica: il territorio, di cui San Marino è la capitale, è suddiviso in nove amministrazioni locali chiamate castelli, ognuna delle quali porta il nome del proprio capoluogo. Piccole amministrazioni strutturate sul modello delle municipalità italiane, rette da giunte di Castello, elette dai residenti per cinque anni.


Spero che questo post vi sia piaciuto. Un abbraccio a tutti!

1 commento:

  1. Da tanti anni non ci vado, ma una visita la rifarei volentieri!
    Ciao ciao
    Cinzia

    RispondiElimina